Tra le novità introdotte con il nuovo Servizio Civile Universale 2019, c’è sicuramente la procedura di registrazione legata all’utilizzo del servizio SPID (Servizio Pubblico di Identità Digitale). 

Anche se questo passaggio obbligato può sembrarci un ostacolo fastidioso alla candidatura, non dobbiamo sorprenderci o spaventarci nel vedere sempre più frequentemente l’implementazione dei nuovi sistemi di autenticazione digitale quando si ha a che fare con i servizi della Pubblica Amministrazione.

Grazie alla SPID infatti abbiamo la possibilità di interfacciarci con tutte le PA senza utilizzare un’infinità di diversi user name e password, ed avendo la garanzia di poter identificare gli utenti in maniera certa ed affidabile.

Alcuni di voi, in particolare i giovanissimi,  avranno probabilmente già alcune familiarità con l’utilizzo della SPID, richiesta anche per usufruire dei servizi legati a 18APP, il bonus cultura riservato ai diciottenni entrato in vigore con la legge di bilancio del 2016.

Richiedere una SPID è in realtà più semplice di quanto possa sembrare e, a seconda dei mezzi a disposizione, è possibile completare la procedura di rilascio anche nel giro di pochi minuti.

Attualmente esistono 8 Identity Provider abilitati al rilascio della SPID. Per la nostra guida passo-passo, abbiamo deciso di concentrarci su Poste Italiane, ma potete consultare la lista completa a questo link https://www.spid.gov.it/richiedi-spid e scegliere liberamente in base a servizi offerti e tempi di rilascio (che possono accorciarsi sensibilmente se avete già attivato altri servizi con il Provider selezionato).

E’ importante tenere a mente che la SPID ha 3 livelli di sicurezza, che variano in base alle modalità di autenticazione e si possono riassumere come segue:

  • Il primo livello permette di accedere ai servizi online attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente.
  • Il secondo livello – necessario per servizi che richiedono un grado di sicurezza maggiore – permette l’accesso attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente, più la generazione di un codice temporaneo di accesso (one time password).
  • Il terzo livello, oltre al nome utente e la password, richiede un supporto fisico (es. smart card) per l’identificazione.

Per l’Iscrizione al Servizio Civile è necessario che la vostra SPID abbia almeno il secondo livello di sicurezza, garantito e attivabile da Poste attraverso l’area personale dell l’App Poste ID, che potrete scaricare sia su Android che IOS.

Una discriminante fondamentale nell’attivazione della SPID (che ne determina eventuali costi e tempistiche) è legata alle modalità di identificazione della persona che sta richiedendo l’identità digitale. Noi ne abbiamo selezionate due, entrambe assolutamente gratuite e semplici da effettuare. La prima è legata al possesso di un documento di identità elettronico mentre la seconda può essere fatta da tutti direttamente in ufficio postale.

Se possiedi un documento di identità elettronico —> SPID con documento elettronico

Se vuoi effettuare il riconoscimento in ufficio postale —> SPID ufficio postale