Francesco Frangipane, Vanessa Scalera e Filippo Gili all’Arena Eden per l’anteprima di Smart

Il cinema italiano apre in anteprima Arezzo Smart Festival con la proiezione del film “Dall’alto di una fredda torre” e l’incontro in sala con alcuni tra i protagonisti.
Sarà il grande schermo all’aperto dell’Arena Eden di Arezzo ad accendere le luci sul festival Smart, in un’anteprima legata al cinema, con la proiezione del film “Dall’alto di una fredda torre”, che non mancherà di accogliere il pubblico per un fruttuoso dialogo grazie alla presenza in sala del regista Francesco Frangipane, dell’attrice Vanessa Scalera e dello sceneggiatore Filippo Gili.
L’appuntamento è fissato per sabato 13 luglio, con inizio alle ore 21:30, con il costo d’ingresso a € 3,50 grazie all’iniziativa Cinema Revolution.
Opera prima tratta dall’omonimo spettacolo teatrale firmato da Filippo Gili, recentemente premiata come Miglior Opera Prima dall’Associazione Amici di Luciano Sovena, “Dall’alto di una fredda torre” racconta la normalità di una famiglia composta da padre, madre e due figli, spezzata da una terribile scoperta: entrambi i genitori sono gravemente malati ma solo uno dei due può essere salvato. La scelta drammatica che spetterà ai figli, se comunicarglielo e, soprattutto, su chi tenere in vita, li obbligherà a fare i conti con il loro passato e porterà a galla i più feroci istinti. Nel cast del film, prodotto da Lucky Red: Edoardo Pesce (Antonio), Vanessa Scalera (Elena), Anna Bonaiuto (Michela), Giorgio Colangeli (Giovanni), Elena Radonicich (Anna), Massimiliano Benvenuto (Marco).
«La verità è che non esiste una scelta giusta o sbagliata. Non in questo caso. È possibile una scelta, sì, ma sarà sempre una scelta che salverà una vita condannandone un’altra, che ti permetterà di donarla diventando un assassino. Se però la scienza pretende sempre e comunque una scelta, la coscienza e la psiche si troveranno a farne drammaticamente i conti – racconta Francesco Frangipane. – La cosa più entusiasmante di questo film è stata proprio questa: cercare questa risposta, indagare l’ignoto, esplorare nell’animo più profondo dei personaggi di questa assurda vicenda e inevitabilmente in noi stessi provando il più possibile ad accomodare anche i nostri sensi di colpa e mettere a tacere i nostri fantasmi quotidiani».
Arezzo Smart Festival tornerà in scena per il primo appuntamento ufficiale lunedì 15 luglio, ancora sul palco dell’Arena Eden, con Lino Gitto (batteria) e Andrea “Fish” Pesce (pianoforte) nel concerto “In Abbey Road”, progetto affascinante dedicato al classico dei Beatles.
Arezzo Smart Festival è un progetto di Officine della Cultura, nell’ambito del Colline Etrusche Festival, in collaborazione con Associazione Jazz On The Corner, Museo Casa Vasari e Cooperativa Koinè, con il contributo di Regione Toscana, Fondazione CR Firenze e Fondazione Guido d’Arezzo e con il sostegno di Studio Dentistico Associato Dott. Turchetti, Dott. Volpi, Dott. Favi.

Informazioni presso Officine della Cultura, via Trasimeno 16, tel. 0575 27961  –   338 8431111biglietteria@officinedellacultura.orgwww.officinedellacultura.org.

La prevendita sarà attiva da giovedì 27 giugno online su www.ticketone.it e presso gli uffici di Officine della Cultura (ad esclusione degli eventi presso il Museo di Casa Vasari) con orario 10:00 > 13:00 e 15:30 > 18:00.

Ulteriori informazioni visitando la pagine www.arezzosmartfestival.com