Qui di seguito trovate una sintesi preparata da noi operatori d’InformaGiovani Arezzo riguardo le possibilità di volontariato internazionale. Si tratta di una traccia di partenza per poter reperire informazioni più dettagliate e quindi vi ricordiamo che se intendete partecipare ad un’esperienza di volontariato:

  • Informatevi  molto bene con che ASSOCIAZIONE partite e con che tipo di progetto.
  • Se si tratta di una ONG, assicuratevi che sia presente nella lista controllata ed approvata Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo https://www.aics.gov.it/?page_id=7286
  • Leggete bene il sito e cercate feedback di persone che abbiano già fatto esperienza con loro
  • Leggete bene i dettagli del progetto e non esitate a chiedere maggiori informazioni

Partiamo dalle basi: O.N.G. (Organizzazione non governativa) è il termine che indica una qualsiasi organizzazione o associazione locale, nazionale o internazionale di cittadini che non sia stato creato da un Governo, e non faccia parte di strutture governative, e che sia impegnato nel settore della solidarietà sociale e della cooperazione allo sviluppo.
Il settore umanitario è un settore molto impegnativo dove sono richieste spesso alte professionalità e prevedono varie forme di collaborazione.
Le ONG hanno bisogno di specialisti e di personale qualificato in tutti i campi: ingegneri idraulici e agronomi, avvocati e dirigenti, logistici e commercialisti, ragionieri e geometri, medici e infermieri, psicologi ed educatori, specialisti nei vari campi dell’informatica; ma anche segretarie e muratori, falegnami e meccanici, ecc. Per questo offrono importantissime opportunità di formazione e crescita personale e professionale in forma volontaristica non retribuita ma anche retribuita.

I campi di volontariato spesso sono organizzati da ONG ma possono essere organizzati anche da altre realtà associative come organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale che collaborano con organizzazioni locali.

I principali requisiti sono:

  • buona conoscenza della lingua inglese per poter operare all’estero;
  • possibilmente conoscenza, anche minima, della lingua del Paese di destinazione;
  • possibilmente esperienza (nel settore, nel paese…);
  • capacità di trasmettere le proprie competenze;
  • capacità di adattamento anche a contesti difficili;

Normalmente per le posizioni retribuite occorre anche una certa esperienza nel settore e/o nel paese in cui si vuole operare per questo il settore umanitario presuppone spesso una scelta di vita ben precisa in cui formazione, esperienze informali e incarichi s’intersecano e si arricchiscono continuamente.

Di seguito elenchiamo alcune opportunità entry level per chi vuole avvicinarsi a questo settore ricordando sempre di leggere attentamente le condizioni specifiche delle singole opportunità e dell’ASSOCIAZIONE che la propone:

Campi di lavoro – volontariato
I campi di lavoro sono esperienze interessanti per tutti coloro che desiderano approfondire le tematiche del volontariato internazionale e svolgere una prima, anche breve, esperienza nei Paesi in Via di Sviluppo. Un’occasione per entrare in contatto con la cultura e le popolazioni locali del Paese che si andrà a visitare o per sperimentare, anche in Italia, un modello comunitario di vita e lavoro a contatto con culture diverse. I campi di lavoro volontario hanno due tipi di finalità: da una parte il lavoro, spesso manuale, all’interno della comunità; dall’altra la formazione di una cultura imperniata sui valori della solidarietà, della non violenza e della convivenza pacifica.
Età richiesta: Non c’è un limite di età per partecipare ad un campo di volontariato ma nei singoli progetti potrebbero esserci delle specifiche relative all’eta richiesta per quel progetto: Normalmente sono però rivolti a maggiorenni (in alcuni casi addirittura per gli over 21) anche se ci sono campi di volontariato anche dedicati a minorenni (15-17anni).
Condizioni economiche: per partecipare ad un campo di volontariato occorre versare una quota d’iscrizione all’associazione che può variare da associazione a associazione e da progetto a progetto, si va sull’ordine tra i 150 e i 300 €. Questa cifra rimane relativamente bassa se si pensa a quanta organizzzione serve per realizzare un campo, renderlo adatto a persone che restano solo alcune settimane, monitorarlo e far si che l’eseperienza sia davvvero costruttiva e positiva per tutti. I costi di viaggio e di eventuale assicurazione sono a carico di chi parte mentre invece vitto e alloggio sono normalemnte garantiti. LEGGI SEMPRE BENE TUTTI I DETTAGLI DEL PROGETTO E NON ESITARE AD INFORMARTI ACCURATAMENTE PRIMA DI ADERIRE AD UN PROGETTO
Durata: I campi di volontariato normalmente hanno moduli di due settimane e si svolgono principalmente in estate ma non esclusivamente.
Dove trovare info: Le opportunità relative ai campi di lavoro possono essere trovate nei siti delle stesse O.N.G. di cui potete trovare la lista nel sito dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo https://www.aics.gov.it/?page_id=7286 oppure nei siti dei principali organi di coordinamento:

AOI http://www.ong.it Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI) è una rappresentanza sociale costituitasi a Roma il 19 luglio 2013, per iniziativa di tutti i soci dell’Associazione Ong Italiane
CIPSI – Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale: http://www.cipsi.it E-mail: cipsi@cipsi.it
FOCSIV – Federazione Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario: http://www.focsiv.it E-mail: segreteria@focsiv.it
LINK 2007: http://www.link2007.org Associazione di coordinamento che raggruppa 10 delle maggiori Organizzazioni Non Governative italiane: ASVI, CESVI, CISP, COOPI, COSV, GVC, ICU, INTERSOS, LVIA, MEDICI CON L’AFRICA – viale Carducci 85 – 47521 Cesena (Forlì) – tel. 0547360811 fax 0547611290.

Servizio Civile Nazionale (SCN) → NOVITà a breve con il SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE
Moltissime ONG, associazioni, cooperative sociali attive nel campo della promozione e della tutela dei diritti umani sono accreditati presso l’Ufficio Nazione per il Servizio Civile. Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale.
è quindi possibile, se hai tra i 18 e i 28 anni, svolgere il servizio civile all’estero.
La partecipazione a progetti di SCN offre l’opportunità di avere dei crediti formativi universitari.
La durarata può variare dgli 8 ai 12 mesi e con il passaggio da Servizio Civile Nazionale a Servizio Civile Universale, la componente di esperienza all’estero sarà ulteriormente rafforzata e incentivata.
Età richiesta: E’ possibile presentare domanda per un progetto di Servizio Civile se hai tra i 18 e i 28 anni.
Condizioni economiche: gli operatori volontari in servizio civile percepiscono un rimborso mensile di 433,80€ per i periodi in Italia, per i periodi all’estero è coperto il viaggio di andata e ritorno e il vitto e l’alloggio in loco. E’ altresì previsto una diaria variabile e dipendente dal paese di destinazione in ggiunta alle 433,80 mensili.
Durata: dagli 8 ai 12 mesi
Dove trovare info: Per potersi candidare occorre attendere che esca il bando (normalmente una volta all’anno intorno a giugno); puoi tenere d’occhio l’uscita del bando monitorando la pagina dedicata e iscrivendoti alla newsletter ufficiale http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/

Servizio Volontario Europeo (SVE o in inglese EVS)
Il Servizio volontario europeo (SVE) permette ai giovani di andare all’estero per partecipare a progetti di volontariato.
I volontari del SVE si impegnano a lavorare per un’organizzazione all’estero. I progetti possono comprendere molti tipi diversi di attività in settori quali l’animazione giovanile, le attività culturali, l’assistenza sociale o la tutela dell’ambiente.
Età richiesta: Per partecipare devi avere fra 17 e 30 anni.
Condizioni economiche: Sono coperti tutti i costi essenziali riguardanti il progetto. Ti saranno forniti copertura del trasporto (fino ad umassimale congruo), vitto e alloggio. Potresti anche ricevere una piccola somma di denaro per le spese personali. (Sarà però richiesta l’adesione all’associazione con cui si parte con costi normalmente inferiori ai 100€)
Durata: Le attività di volontariato durano da un minimo di 2 settimane a un massimo di 12 mesi.
Dove trovare info: SVE è disponibile nei paesi partecipanti al programma e paesi partner confinanti: quindi puoi fare volontariato anche al di fuori dell’Europa.
Info: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/opportunities/individuals/young-people/european-voluntary-service_it
Banca dati progetti: https://europa.eu/youth/volunteering/project_it

Corpo Europeo di Solidarietà
Il Corpo europeo di solidarietà è la nuova iniziativa dell’Unione europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato nell’ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa.
Il corpo europeo di solidarietà (ESC, European Solidarity Corps) è concepito per offrire ai cittadini europei al di sotto dei 31 anni la possibilità di sostenere un’organizzazione non governativa (ONG), un’autorità locale o un’impresa privata che siano attive nella gestione di situazioni difficili in tutta l’Unione europea – ad esempio la ricostruzione delle comunità a seguito di calamità naturali, le questioni sociali quali l’esclusione sociale, la povertà, la sanità e le sfide demografiche – o che si occupino di accoglienza e integrazione dei rifugiati.
I candidati desiderosi di aderire al corpo e i soggetti interessati a rivolgersi ai membri potranno farlo attraverso un punto di accesso unico: un portale web dedicato al corpo europeo di solidarietà.
Età richiesta: Per iscriverti devi avere fra 17 e 30 anni, ma per partire per un progetto devi essere maggiorenne.
Condizioni economiche: Le condizioni economiche variano a seconda del tipo di progetto con cui partite anche se normalmente viaggio, vitto e alloggio sono inclusi.
Durata: Le attività avranno una durata compresa tra due mesi e un anno. Le opportunità di impiego avranno una durata minima di quattro mesi.
Dove trovare infohttps://europa.eu/youth/solidarity_it

EU Aid Volunteers

EU Aid Volunteers è un’iniziativa di volontariato internazionale promossa e finanziata dalla Direzione generale per gli aiuti umanitari e la protezione civile dell’Unione Europea (ECHO).

I progetti di volontariato all’estero EU Aid Volunteers
I volontari verranno destinati a gestione del rischio nelle emergenze, promozione dei diritti delle donne, disaster risk reduction legata in particolare al climate change, amministrazione o comunicazione all’interno di progetti di volontariato all’estero finalizzati all’aiuto umanitario, in particolare per garantire sostegno e aumentare la resilienza delle comunità più vulnerabili. Ogni progetto prevede un periodo di formazione specifica.

Età richiesta: L’iniziativa è aperta a tutti i cittadini europei che hanno compiuto 18 anni, con due diversi profili:
- junior, volontari che vogliono aumentare le proprie competenze e la loro esperienza professionale ed umana;
senior, volontari professionisti che hanno già avuto un’esperienza di almeno 5 anni in ambito umanitario.
Condizioni economiche: Ogni volontario riceverà un rimborso spese mensile, calcolato in base al costo della vita in ciascun paese. Le spese di viaggio, assicurazione sanitaria e vaccini obbligatori, eventuali visti e alloggio saranno coperte.
Durata: Ogni progetto ha una sua durata normalmente si spazia da 1 a 18 mesi
Dove trovare info: Sito di riferimento del progetto http://ec.europa.eu/echo/what/humanitarian-aid/eu-aid-volunteers_en Link alle vacancies http://ec.europa.eu/echo/who/jobs-and-opportunities/eu-aid-volunteers_en

 

Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo
L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo è una delle principali novità della legge di riforma della cooperazione (125/2014) e ha iniziato ad operare nel gennaio del 2016 con l’ambizione di allineare l’Italia ai principali partner europei e internazionali nell’impegno per lo sviluppo. L’Agenzia è un modello impiegato in tutti i principali Paesi europei e deve rispondere all’esigenza di una cooperazione più professionale e innovativa, con il necessario grado di flessibilità degli strumenti in uno scenario che è in continuo mutamento.
www.aics.gov.it/