La Commissione europea è una delle principali istituzioni dell’Unione europea. La Commissione rappresenta e tutela gli interessi dell’UE nel suo insieme. Prepara le proposte per nuove normative europee. Gestisce il lavoro quotidiano per l’attuazione delle politiche UE e l’assegnazione dei fondi. La Commissione europea è quindi l’organo esecutivo dell’UE e rappresenta gli interessi dell’Europa nel suo insieme (a differenza degli interessi dei singoli paesi).

I 28 Commissari, uno per ogni paese dell’UE, rappresentano la guida politica della Commissione durante il mandato di cinque anni. Il Presidente attribuisce a ogni Commissario la responsabilità per settori politici specifici. L’attuale Presidente della Commissione europea è José Manuel Barroso, il cui secondo mandato ha avuto inizio nel febbraio 2010.

Il Presidente viene nominato dal Consiglio europeo. Il Consiglio inoltre, d’accordo con il Presidente eletto, designa gli altri Commissari.

La designazione di tutti i Commissari, compreso il Presidente, è soggetta all’approvazione del Parlamento europeo. Durante il mandato, essi sono responsabili dinanzi al Parlamento, che ha la competenza esclusiva di destituire la Commissione.

Il lavoro quotidiano della Commissione è svolto dai suoi funzionari, ovvero personale amministrativo, giuristi, economisti, traduttori, interpreti, personale di segreteria ecc., strutturati in servizi chiamati Direzioni generali (DG).

Le principali funzioni della Commissione sono:

  • fissare gli obiettivi e le priorità d’azione
  • presentare proposte di legislazione al Parlamento e al Consiglio
  • gestire e attuare le politiche e il bilancio dell’UE
  • vigilare sull’applicazione del diritto europeo (insieme alla Corte di giustizia)
  • rappresentare l’UE al fuori dell’Europa (negoziare accordi commerciali tra l’UE e il resto del mondo, ecc.)

Fonte: www.ec.europa.eu